fbpx

Come vendere casa in comproprietà

In questa breve guida vogliamo parlarti di come vendere casa in comproprietà.

Detta così può sembrare semplice, ma dal momento che sappiamo che spesso i comproprietari sono tuoi familiari stretti o parenti, beh, allora la cosa può sicuramente complicarsi sotto tanti punti di vista, dai rapporti che si incrinano, ai tempi di vendita che si dilatano, con tutte le conseguenze che ne derivano.

La situazione più frequente è quella dove uno dei genitori passa a miglior vita, e la casa diventa di proprietà dell’altro coniuge e, in quota parte, dei figli.

Ci si ritrova a discutere di esigenze diverse, chi vuole vendere, chi no, chi vuole realizzare una cifra, chi un’altra…

insomma, si creano situazioni complicate da gestire, mettere insieme più teste, soprattutto quando ci sono di mezzo i soldi, non è facile per nessuno.

Sono situazioni che noi di Hoome, viviamo quotidianamente, e per questo, vogliamo raccontarti una storia realmente accaduta.

La nostra cliente, Maria, riceve in eredità un appartamento in centro a Caserta, in un palazzo signorile, insieme ai suoi 3 fratelli.

Maria ci contatta, e prima di scendere nei dettagli, ci racconta l’incubo vissuto per oltre due anni, dal momento che hanno provato a vendere casa da soli.

Ci racconta di riunioni su riunioni, diverse cose stabilite e puntualmente non rispettate, litigi continui, anche in presenza di probabili acquirenti.

Risultato? Due anni persi, spese sostenute come condominio, Imu, e soprattutto un rapporto incrinato con i propri familiari.

Come abbiamo risolto

Siamo partiti innanzitutto da una corretta valutazione dell’immobile.

Una valutazione professionale, con tanto di relazione tecnica (cosa che facciamo per tutti i nostri clienti), che abbiamo spiegato e motivato singolarmente a tutti i comproprietari.

Dopo di che abbiamo chiesto loro di nominare un unico referente, al quale è stata fatta apposita procura a vendere, in modo da evitare nuovi litigi familiari e soprattutto evitare potenziali acquirenti che scappano.

La procura a vendere, è un atto che si redige davanti ad un notaio, dove i comproprietari conferiscono il potere di firma ad una singola persona, la quale sarà l’unico a recarsi dinnanzi al notaio al momento del rogito.

Ovviamente nella procura si possono stabilire dei paletti come una soglia minima di prezzo al di sotto del quale non ha efficacia, oltre ad altre condizioni che vengono concordate tra i comproprietari.

Fatto questo, il nostro team marketing si è messo a lavoro per pubblicizzare al meglio l’appartamento, e in 56 giorni l’abbiamo venduto, al giusto prezzo.

Ah, dimenticavamo di sottolineare che noi di Hoome, vendiamo casa in meno di 60 giorni, e senza provvigioni !

Promessa mantenuta anche con Maria e i suoi fratelli; tutti contenti e soddisfatti.

Se anche tu devi vendere casa e vuoi una consulenza gratuita per vendere il tuo immobile, contattaci ora.

Facebook
Twitter
LinkedIn

Partecipa alla discussione

Compare listings

Confrontare