fbpx

Come evitare cause dopo la vendita dell’immobile

Come evitare che l’acquirente ti faccia causa per vizi dell’abitazione che hai venduto

Sono molti i compratori che si lamentano dell’abitazione che hanno acquistato, questo perché spesso chi vende tace in merito a vizi o difetti dell’immobile pensando di passarla liscia!

Se anche tu hai messo in vendita la tua casa e sei cosciente che l’immobile presenta dei difetti non immediatamente visibili , e pensi che nasconderli sia una buona idea, sappi che stai commettendo un grave errore.

Dal punto di vista legale il venditore privato è tenuto a garantire per 1 anno che la casa venduta sia immune da vizi che la rendano idonea all’uso a cui è destinata o ne diminuiscano il valore in modo apprezzabile.

Questo vuol dire che se desideri evitare non solo la brutta figura con l’acquirente ma anche di rimetterci
le spese legali oltre a quelle della riparazione del danno, ti conviene non fare il furbetto.

Quali sono i vizi che si riscontrano più comunemente negli immobili?

-distacco o rivestimento dell’intonaco
-impianto di riscaldamento non adeguato
-distacco piastrelle o pavimenti
-infiltrazioni d’acqua dalla copertura dell’edificio o dai muri
-scarico delle acque
-cedimento balconi

Sappiamo bene che alcuni di questi problemi comportano un impegno economico non indifferente, ma la soluzione potrebbe essere far presente all’eventuale acquirente il vizio, e detrarre dal prezzo iniziale dell’immobile la cifra necessaria a risolvere il difetto, magari indicando nel preliminare di compravendita l’accordo raggiunto.

Se ora ti sembra che con questa soluzione stai rinunciando a dei soldi ricordati che anche dopo il rogito il compratore ha 8 giorni di tempo per denunciare la presenza di un vizio ed 1 anno per far valere la tua garanzia dal punto di vista legale.

Che tipo di risarcimento può chiedere l’acquirente?

Secondo la gravità del problema il codice civile stabilisce l’entità del risarcimento che può andare
dalla risoluzione del contratto alla restituzione di parte del prezzo versato+ risarcimento per i danni subiti +spese legali.

Ovviamente affinché il compratore possa ottenere la tutela deve dimostrare che i vizi erano pre-esistenti e che non erano facilmente rilevabili all’atto dell’acquisto.

Diversamente se i difetti denunciati erano evincibili, non vi è tutela per il compratore in quanto ha accettato di comprare nonostante la presenza dei difetti e quindi non può chiedere alcun risarcimento o annullamento.

Come si deve comportare il compratore in caso di vizi occulti o difetti?

L’acquirente deve presentare una contestazione al venditore in forma scritta, entro 8 giorni dalla scoperta del vizio, a mezzo raccomandata o pec magari contenente anche una perizia redatta da un professionista, nel caso in cui non ricevesse riscontro dal venditore potrà intraprendere una vera e propria azione giudiziaria.

Quali sono le azioni legali che l’acquirente può intraprendere?

Azione Redibitoria: in caso si sia ancora al preliminare si chiede l’annullamento del contratto e la restituzione del doppio della caparra.

Azione Estimatoria: si chiede una nuova valutazione dell’immobile che tenga presente il difetto che si è riscontrato modificando a ribasso il prezzo precedentemente concordato.

Se il prezzo è stato già pagato si ha diritto al rimborso della differenza.

Azione Risarcitoria: oltra ad una delle due azioni su indicate l’acquirente può chiedere che gli venga riconosciuto anche un risarcimento per i danni subiti.

Per esempio se l’acquirente ha dovuto effettuare dei lavori per trasferirsi nella casa comprata ed intanto ha dovuto pagare anche un canone di locazione potrà chiedere anche il rimborso di tali spese .

Come può il venditore evitare di risarcire i danni?

Il venditore può evitare di risarcire l’acquirente solo se riesce a dimostrare che non era a conoscenza dei vizi dell’immobile, e tale ignoranza deve essere incolpevole.

Detto questo risulterà chiaro anche a te che se vuoi vendere casa ti conviene essere assolutamente trasparente da subito, solo così eviterai a te stesso ed al futuro compratore spiacevoli conseguenze.

Se stai pensando di vendere la tua casa, richiedici una valutazione gratuita 

Facebook
Twitter
LinkedIn

Partecipa alla discussione

Compare listings

Confrontare